CREDITO DI IMPOSTA PER GLI INVESTIMENTI NEL MEZZOGIORNO

Fino al 31/12/2019 possono beneficiare di tale credito, i titolari di reddito di impresa (in pratica tutti tipi di società esclusi i liberi professionisti), a prescindere dalla forma giuridica, dal regime contabile e dalla dimensioni, che investono in strutture produttive ubicate nelle regioni della Basilicata, Puglia, Campania, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo.

Gli unici settori esclusi sono le imprese siderurgica, carbonifera, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dei trasporti e delle relative infrastrutture, produzione e distribuzione di energia, creditizio, finanziario e assicurativo.

Investimenti agevolabili

Possono fruire del credito d’imposta gli investimenti in macchinari, impianti e attrezzature relativi:

  • alla creazione di un nuovo stabilimento;
  • all’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente;
  • la diversificazione della produzione di uno stabilimento;
  • trasformazione o riattivazione di uno stabilimento esistente.

Non è agevolabile la mera sostituzione di beni strumentali già esistenti. Non sono previsti importi minimi di investimento mentre sono previsti limiti massimi pari a:

  • 3 milioni per le piccole imprese;
  • 10 milioni per le medie imprese;
  • 15 milioni per grandi imprese.

Determinazione del credito

Il credito si calcola moltiplicando una aliquota che varia a seconda della regione di residenza e dalle dimensioni dell’impresa. Per quanto riguarda ad esempio la Basilicata, Puglia, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna le aliquote sono le seguenti:

  • 45% per le piccole imprese;
  • 35% per le medie;
  • 25% per quelle di grandi dimensioni.

A partire dal 1 marzo 2017 per calcolare il credito è sufficiente moltiplicare tale aliquota per per una base imponibile che corrisponde all’importo complessivo dell’investimento agevolato.

Come usufruire del credito di imposta

L’agevolazione è applicabile agli investimenti effettuati sino al 31 dicembre 2019, presentando la domanda tramite apposito modello approvato dall’Agenzia delle Entrate, la quale dovrà essere comunicata esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite gli intermediari.

Inoltre, ogni impresa potrà presentare una o più comunicazioni, anche nello stesso anno, e ciascuna comunicazione potrà riguardare uno o più progetti d’investimento.

Il beneficiario potrà utilizzare il credito d’imposta maturato solo in compensazione presentando il modello F24, a partire dal quinto giorno successivo alla data di rilascio della ricevuta attestante la fruibilità del credito d’imposta con il codice tributo 6869.

Il credito può essere cumulabile con altre forme di incentivo riconosciute a valere sui medesimi bene purché l’intensità dell’aiuto non superi il regolamento de minimis applicabile. 

Desideri ricevere maggiori informazioni su come ottenere il credito di imposta per gli investimenti nel mezzogiorno ?

Scopri se possiedi i requisiti per accedere al credito. Compila il form e verrai ricontatto da un nostro esperto il quale fornirà tutte le informazioni sul credito di imposta.



Utilizziamo i cookie per personalizzare l'esperienza di navigazione, la qualità e la sicurezza. Continuando a visitare il sito, dichiari di accettare la Privacy e Cookie Policy.