UNIURG: DAL 6 APRILE NUOVA PROCEDURA

A partire dal 7 aprile 2022, gli operatori del settore e le aziende dovranno inoltrare le comunicazioni obbligatorie urgenti riguardanti la costituzione del rapporto di lavoro all’indirizzo telematico messo a disposizione dal Ministero del Lavoro di seguito riportato dopo essersi identificati tramite Spid e non più quindi tramite fax (ammesso fino al 6 aprile 2022): https://couniurg.lavoro.gov.it/.

All’interno l’operatore troverà un form da compilare uguale nei contenuti al modulo cartaceo. Il Ministero informa che il salvataggio del modello, compilato nelle parti richieste, soddisfa il cogente obbligo di invio dell’Uniurg, ferma restando la necessità di provvedere a inoltrare l’Unilav non appena il servizio informatico torni disponibile.

Quando si eseguirà l’invio dell’Unilav a seguito di quello di urgenza (telematico), si dovrà specificare che si tratta di “Comunicazione a seguito urgenza inviata per via telematica” specificando nel campo successivo, il codice di trasmissione rilasciato dalla nuova procedura.

QUANDO VA UTILIZZATA LA PROCEDURA D’URGENZA

La procedura deve essere utilizzata al verificarsi di:

  • blocco dei servizi telematici del ministero;
  • cause di forza maggiore che non consentono l’invio anticipato di Unilav: a titolo di esempio, improvvise malattie, infortuni e assenze di un lavoratore con conseguente necessità di una sua sostituzione immediata; oppure quando l’azienda è in grado di dimostrare che un evento fortuito e improvviso non gli ha permesso il rispetto della scadenza;
  • chiusura dello studio di consulenza (sabato, domenica, festivi e ferie) cui l’azienda ha affidato l’esecuzione degli adempimenti in materia di lavoro, può costituire motivo di urgenza. Al verificarsi di tale evenienza il datore di lavoro invia l’Uniurg, cui segue la regolare comunicazione da effettuarsi entro il primo giorno utile successivo dopo la riapertura dello studio professionale. Sul datore di lavoro incombe l’onere di documentare l’esistenza dell’incarico professionale e la chiusura dello studio che lo assiste.